Aggiornamento delle graduatorie di istituto del personale docente, triennio 2017-20. Modello B di scelta delle sedi – scadenza invariata al 25 luglio

Roma, prot. n° 31285
del 20 luglio 2017

Oggetto: Aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto del personale docente ed educativo, triennio scolastico 2017-20. Modello B di scelta delle sedi

Si fa seguito alla nota dipartimentale prot. n° 1295 del 27 giugno u.s. per rappresentare la necessità di garantire un supporto costante, attraverso gli Uffici provinciali, alle istituzioni scolastiche per gli adempimenti preordinati alla corretta prosecuzione delle attività relative alla procedura di aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto del personale docente ed educativo per il triennio scolastico 2017-20. Come noto, gli aspiranti presenti nella prima fascia delle graduatorie di istituto per effetto dell’inserimento in GAE sono vincolati a mantenere le sedi del precedente triennio anche nel caso in cui, per diversi motivi, queste sedi fossero presenti solo sulle posizioni di seconda/terza fascia. Tuttavia, si sono verificati casi di taluni aspiranti inseriti in GAE tardivamente per effetto di pronunce giurisdizionali e anche nelle graduatorie di istituto di II e/o III fascia del triennio 2014-17, ma non nella prima fascia, che per il triennio 2017-20 hanno cambiato la scuola di riferimento rispetto al triennio precedente. Nonostante le precedenti istruzioni comunicate dal Gestore Informatico a codesti uffici, già a partire dall’11 luglio u.s., finalizzate alla risoluzione della problematica, risulta a questa Direzione che molte istituzioni scolastiche non hanno dato seguito alle istruzioni di cui sopra. Pertanto, al fine di ripristinare l’esatta posizione dell’aspirante nel precedente triennio, si rammenta che è stato inserito un blocco nelle funzioni POLIS di inserimento del modello B, invitando l’aspirante a recarsi presso la scuola di riferimento per regolarizzare la propria posizione. A tal fine sarà effettuata, a cura del sistema informativo, la cancellazione della domanda che l’aspirante ha presentato per il triennio 2017-20, affinché la scuola competente del precedente triennio possa così procedere ad acquisire la domanda dalla scuola a cui era stata erroneamente presentata. Considerata la ristrettezza dei tempi si consiglia di anticipare la trasmissione della domanda in modalità telematica. In mancanza di tale adempimento non sarà possibile per l’aspirante confermare sul portale POLIS il modello B di scelta delle sedi.

Inoltre, da alcune segnalazioni di aspiranti che tentano l’accesso al modello B, è emerso che talune scuole hanno acquisito le domande sui codici delle vecchie classi di concorso e non sulle nuove previste dal DPR 19/2016. Al riguardo sarà predisposto un file, a cura del sistema informativo, per segnalare questa situazione di possibile errore scusabile dedotta soltanto dalla coincidenza del codice della classe di concorso presente nello storico con la classe di concorso acquisita per il nuovo triennio. Eventuali modelli B presentati per classi di concorso incoerenti con il titolo di accesso dovranno essere aggiornati a valle delle modifiche fatte dalla scuola. Risulta inoltre a questa Direzione generale che alla data odierna alcune istituzioni scolastiche non hanno ancora provveduto ad inserire al SIDI le domande di inclusione/aggiornamento in graduatoria.

Si invitano pertanto gli Uffici a porre in essere tutte le necessarie iniziative e a segnalare le eventuali criticità, affinché le suddette istituzioni scolastiche completino al più presto le suddette attività propedeutiche alla presentazione del modello B, in vista dell’approssimarsi, per gli aspiranti, del termine di scadenza di presentazione del modello B telematico di scelta delle istituzioni scolastiche, fissato al 25 luglio p.v.

Il direttore generale
Maria Maddalena Novelli

Graduatorie d’istituto – promemoria

LE NOVITÀ

1. Chi è in GAE per un insegnamento potrà aggiornare la propria posizione (punteggio) nella graduatoria di scuola per gli altri insegnamenti per cui non è in GAE senza però poter cambiare le scuole in cui è inserito. Pertanto nella fase successiva al 24 giugno con il modello B dovranno indicarsi le stesse sedi già indicate nel precedente triennio e quindi, necessariamente, la stessa provincia.
2. Chi è in GAE e per la 1ª volta e chiede iscrizione in graduatoria di scuola  di 2ª e 3ª fascia per insegnamenti diversi, può modificare le scuole del biennio precedente, solo relativamente a quelle ove non siano presenti i detti nuovi insegnamenti.
3. È prevista la rideterminazione del punteggio delle abilitazioni conseguite all’estero per chi è già inserito in 2ª fascia, qualora la tabella A preveda una valutazione più favorevole.
4. È prevista la rideterminazione della valutazione dei titoli di strumento musicale e di coreutica. Per coreutica è istituita comer per strumento musicale, la commissione per la valutazione dei titoli.

MODALITÀ E SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE

• Le domande si presentano compilando apposito modello cartaceo ed inviandolo a una scuola  della provincia prescelta entro il 24 giugno (modalità: pec o Raccomandata A/r, raccomandata a mano).
• A seconda delle situazioni gli interessati presentano uno dei seguenti  modelli:
– Modello A1: per gli aspiranti all’inserimento/aggiornamento 2ª fascia
– Modello A2: per nuovi inserimento in 3ª fascia  o per aggiornamento punteggio insegnamento già inserito in precedenza
– Modello A2/bis: per chi deve aggiornare la 3ª fascia e al contempo inserire nuovi insegnamenti.
La scelta delle scuole ulteriori rispetto a quella in cui si è inviato il modello di domanda verrà effettuata dagli interessati in via telematica compilando il modello B disponibile  sul portale Polis del MIUR dal 1° luglio al 20 luglio. Gli interessati  dovranno registrarsi o essere già registrati a istanze on-line.

Documentazione per l’aggiornamento

1. Se ci si rivolge per l’assistenza ad una delle nostre Segreterie o sedi SNALS, è indispensabile avere per ogni graduatoria il punteggio attribuito nel triennio precedente. Se è stato rettificato portare il decreto di rettifica: senza non si può procedere alla compilazione della domanda. Portare inoltre la denominazione del titolo di accesso alle varie graduatorie con gli estremi del conseguimento.
2. Portare lo schema servizi da includere e far valutare, divisi per anno scolastico e per tipologia di contratto (es. scuole statali – paritarie – legalmente riconosciute..ect) e per tipologia di insegnamento e relativa scuola. Verificare che per ciascun anno di servizio siano stati effettuati i 180 giorni oppure no, sullo stesso insegnamento. In questo caso contare il numero di giorni per ogni anno scolastico per ciascun insegnamento e relativo istituto. Per le classi di concorso relative a musica ed arte portare un quadro preciso dei  titoli artistici. Vi preghiamo di contare personalmente i giorni per permetterci di dedicare il tempo agli aspetti più importanti.
3. Portare copia conforme all’originale dei titoli culturali da far valutare in quanto nuovi o non valutati in precedenza.
4. Per le discipline musicali e artistiche nel punteggio del triennio precedente separare quello dei titoli e servizi dai titoli artistici. Se non siete in possesso dei punteggi separati fateveli indicare dalla scuola di riferimento.

Per la nuova inclusione

1. In caso di assistenza presso le nostre sedi SNALS, portare copia conforme all’originale certificati di studio con relativi crediti formativi (il punteggio non espresso in centesimi va rapportato a 100)
2. Portare lo schema servizi da includere e far valutare, divisi per anno scolastico e per tipologia di contratto (es. scuole statali – paritarie – legalmente riconosciute..ect) e per tipologia di insegnamento e relativa scuola. Verificare che per ciascun anno di servizio siano stati effettuati i 180 giorni oppure no, sullo stesso insegnamento. In questo caso contare il numero di giorni per ogni anno scolastico per ciascun insegnamento e relativo istituto. Per le classi di concorso relative a musica ed arte portare un quadro preciso dei  titoli artistici. Vi preghiamo di contare personalmente i giorni per permetterci di dedicare il tempo agli aspetti più importanti.
3. Portare elenco e documentazione titoli artistici per l’inserimento nelle relative classi di concorso. I titoli sono da ordinare come richiesto dall’apposito modello SEZIONE c PAG 9 MODELLO a1 – sez C pag 7  modello domanda A2).

Sempre in caso di assistenza presso le nostre sedi SNALS, ricordiamo a tutti di scaricarsi il modello di domanda rispondente al proprio caso e di compilarlo in ogni parte.

Decreto ministeriale graduatorie d’istituto docenti: incontro al MIUR

 

Il 1° giugno, si è tenuto al MIUR un incontro con il seguente o.d.g.: “Decreto ministeriale graduatorie d’istituto docenti”.

L’Amministrazione ha sottoposto al parere delle organizzazioni sindacali la bozza di decreto, in corso di emanazione, che riguarda le graduatorie di istituto del personale docente di II e III fascia (in sostituzione quelle vigenti negli aa.ss. 2014-15, 2015-16, 2016-17).

Le graduatorie di II e III fascia emanate in applicazione del nuovo D.M. riguarderanno gli anni scolastici 2017-18, 2018-19 e 2019-20. Ciò, in quanto la I fascia delle graduatorie di istituto (in base al dispositivo dell’art. 1, co. 10bis, del D.L. 30/12/2015 n. 210, convertito in legge 25/2/2016 n° 21, che prevede la proroga delle graduatorie ad esaurimento e, conseguentemente, di quelle di I fascia), sarà aggiornata a decorrere dall’a.s. 2019-20.

Il DM in corso di emanazione prevede, tra l’altro, l’inserimento in II fascia per i posti comuni della scuola Primaria, per gli aspiranti in possesso del titolo di studio conseguito entro l’a.s. 2001-02, al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, intrapresi entro l’a.s. 1997-98, avente valore abilitante, escludendo il diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico di cui alla CM 11/2/91 n° 27 e delle sperimentazioni “Brocca” di liceo linguistico, in quanto il piano di studi non contiene le materie caratterizzanti ovvero scienze dell’educazione, la pedagogia, la psicologia generale, la psicologia sociale e metodologia ed esercitazioni didattiche comprensive di tirocinio, materie caratterizzanti per il riconoscimento del valore abilitante del titolo.

Inoltre, per i posti comuni della scuola dell’Infanzia è stato previsto l’inserimento nelle graduatorie di istituto di II fascia per coloro che siano in possesso del titolo di studio, comunque conseguito entro l’a.s. 2001-02 al termine di corsi triennali e quinquennali delle scuola magistrale, ovvero dei corsi quadriennali o quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’a.s. 1997-98, aventi valore abilitante.

Come per la scuola Primaria, anche per l’inserimento in II fascia di scuola dell’Infanzia sono rimasti esclusi i diplomi di sperimentazione a indirizzo linguistico di cui alla CM 11/2/91 n° 27 e delle sperimentazioni “Brocca” di liceo linguistico, in quanto il piano di studi non prevede le materie caratterizzanti utili ai fini del riconoscimento del valore abilitante del titolo, ovvero scienze dell’educazione, la pedagogia, la psicologia generale, la psicologia sociale e metodologia ed esercitazioni didattiche comprensive di tirocinio.

Le domande, sia per l’inclusione nelle graduatorie di istituto di II che in quelle di III fascia, saranno prodotte in formato cartaceo entro il termine che sarà stabilito dal DM (che potrebbe essere pubblicato in giornata). In un momento successivo sarà invece effettuata la scelta delle scuole, con procedura on-line.

 Nel corso dell’incontro la delegazione SNALS-Confsal ha:

  • ritenuto che il DM, pervenuto in bozza, nel quale era prevista una data di scadenza della presentazione delle domande al 10 giugno, fosse completamente inaccettabile, in relazione a tale termine;
  • proposto, conseguentemente, che agli interessati sia consentito, come di consueto, un termine di 30 giorni (a partire dalla pubblicazione del DM), per la presentazione delle domande;
  • contestato la modifica dei titoli informatici già previsti con l’inserimento di nuovi titoli, che rischia di incrementare un “mercato dei titoli” spingendo gli interessati ad acquisirne altri, e al tempo stesso dimezza, inaccettabilmente, i punteggi relativi ai titoli informatici già previsti dalla tabella di valutazione del precedente triennio;
  • chiesto l’apertura immediata del confronto per la revisione del regolamento delle supplenze del personale docente, ormai obsoleto visto che risale al giugno 2007 e, a maggior ragione, quello del regolamento di supplenze del personale ATA, del tutto superato ed inadeguato, in quanto risalente al 2000. Ciò anche al fine di allegare agli stessi una nuova tabella di valutazione dei titoli, che varrà per il successivo triennio, in modo che gli interessati possano conoscere in anticipo i titoli che saranno valutabili ed eventualmente decidere di conseguirli.

L’Amministrazione ha parzialmente accolto la nostra richiesta relativa ai titoli informatici, in quanto ha comunicato, a seguito della decisa presa di posizione dello SNALS-Confsal e delle altre organizzazioni sindacali, di non introdurre la valutazione di nuovi titoli informatici; ha, invece (facendo riferimento anche ad una specifica parte del recente parere del CSPI), previsto che i vecchi titoli informatici siano soggetti ad una valutazione ridotta, dimezzando il punteggio assegnato ad ognuno di quelli previsti dalla vecchia tabella (relativa al precedente triennio), e modificato il totale dei titoli informatici valutabili, portandolo da 4 (come previsto nella precedente tabella), a 2.

 

In chiusura dell’incontro l’Amministrazione ha, altresì, precisato che intende dare il via quanto prima alla presentazione delle domande e ha ipotizzato, a seguito delle forti richieste sindacali, un termine di scadenza delle stesse per il giorno 24 giugno.

La nostra delegazione ha puntualizzato che tale termine ultimo, ancorchè non soddisfacente, potrà ritenersi accettabile nel solo caso che la pubblicazione del DM e della relativa circolare di trasmissione avvenga in data odierna.

Nel caso il decreto dovesse essere pubblicato lunedì, ha chiesto che i 24 giorni previsti, alla fine della lunga discussione dall’Amministrazione, siano mantenuti facendoli decorrere da tale data, e conseguentemente spostando il termine finale al 30 giugno.

NdR: il DM è poi stato effettivamente pubblicato il 1° giugno, con scadenza delle istanze (cartacee) il 24 giugno. Dal 1° al 20 luglio segue la fase della scelta delle scuole, on-line.

 

Contenzioso seriale aspiranti inserimento in GaE con TFA e PAS

Ufficio Scolastico Regionale
per la Lombardia
Direzione generale

In riferimento ai provvedimenti cautelari che dispongono l’inserimento nelle Graduatorie ad Esaurimento dei docenti abilitati con procedure TFA e PAS, si precisa quanto segue.

Poiché l’inserimento con riserva in Graduatoria ad Esaurimento determina altresì l’inserimento con riserva nella prima fascia delle graduatorie di istituto, i destinatari di provvedimenti cautelari favorevoli verranno chiamati in base alla posizione occupata in tale fascia ed otterranno un contratto condizionato da clausola risolutiva espressa.

Nel caso in cui gli stessi interessati preferiscano mantenere la propria posizione nella seconda fascia della graduatorie di istituto, al fine specifico di poter stipulare contratti a pieno titolo, dovranno dichiarare alle scuole nelle quali risultano inseriti in graduatoria ed all’UST competente di non essere interessati all’inserimento in prima fascia.

Il dirigente
Luciana Volta

Il dirigente
Luca Volonté

 

 

Contratti a tempo determinato sui posti di sostegno – Precisazioni

Contratti definitivi
per le supplenze sui posti di sostegno

Pervengono all’Ufficio regionale VII /Personale della scuola) numerosi quesiti relativamente all’attribuzione di contratti definitivi per le supplenze sui posti di sostegno a seguito della pubblicazione degli elenchi aggiuntivi di seconda fascia e delle graduatorie definitive di terza fascia per il corrente anno scolastico. In proposito si fa presente quanto segue.

Sulla base delle indicazioni fornite dal MIUR con note del 15 novembre 2011, prot. 9739, e del 18 novembre 2011, prot. 9498, la cui validità è stata confermata anche per il corrente a.s., i dirigenti scolastici, in mancanza assoluta di personale specializzato negli elenchi di sostegno di tutte le fasce nell’istituzione scolastica e nelle scuole viciniori, possono confermare i docenti non specializzati nominati fino all’avente titolo dalle graduatorie di istituto di prima e seconda fascia, in quanto tali graduatorie erano già definitive all’inizio del corrente anno scolastico.

Per quanto riguarda le graduatorie di terza fascia, che non erano definitive all’inizio del corrente a.s., le supplenze conferite ai docenti non specializzati non possono essere confermate, e l’individuazione dell’avente titolo dovrà avvenire a seguito di un nuovo scorrimento delle graduatorie a partire dalle code della seconda fascia.

Si ribadisce che le indicazioni di cui sopra trovano applicazione soltanto nel caso si debba necessariamente procedere all’individuazione di docenti non specializzati.

Il dirigente Ufficio VII
Luca Volonté

 

I siti dell’USR e degli UST ripristinati, ma lentissimi nella risposta

Dopo circa due settimane
di “migrazione temporanea” al MIUR,
i siti istituzionali lombardi
sono tornati al loro indirizzi,
ma rispondono alle richieste
con esasperante lentezza

Dal 2 al 13 settembre i siti dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e degli Uffici Scolastici Territoriali (salvo Brescia e Cremona, da sempre autonomi) sono stati ospitati in una modesta pagina messa a disposizione del MIUR, a causa del sovraccarico dei server, allocati presso la Provincia di Milano.

La crisi era da lungo tempo preannunciata e ben nota ai responsabili regionali; disgraziatamente ha raggiunto il suo culmine proprio durante la fase cruciale del piano straordinario delle immissioni in ruolo.

Dal 14 settembre i siti sono tornati ai loro indirizzi tradizionali, ma non sono in grado di rilasciare gli RSS (RDF Site Summary), ovvero i titoli degli ultimi articoli pubblicati, completati dalla data d’uscita, in quanto i siti “emittenti” gli RSS funzionano troppo stentatamente e mandano in time out il sistema di rilevazione. Pertanto anche il nostro sito non è in grado di offrire questo utilissimo servizio, che normalmente compare in un riquadro del menù verticale di sinistra.

Auspichiamo ancora una volta che venga al più presto ripristinata la piena funzionalità del sito dell’USR per la Lombardia, cardine dell’informazione per tutte le notizie regionali.

 

Priorità in terza fascia
per l’attribuzione delle supplenze

Per chi è inserito delle Graduatorie d’Istituto
e ha conseguito l’abilitazione

Vi comunichiamo che il MIUR ci ha inviato l’Avviso del giorno 11/09/2015 avente per oggetto: “Graduatorie di istituto personale docente ed educativo”, che trascriviamo, di seguito, integralmente.

L’Avviso emanato fornisce risposte a quesiti posti sia dagli interessati che dalle nostre strutture regionali e provinciali.

Con DDG 6 luglio 2015 n° 680, in attuazione del DM n° 326 del 3 giugno 2015, sono state disciplinate le procedure inerenti le graduatorie di istituto del personale docente ed educativo, valevoli per il triennio 2014-17.

Si informa che, ai fini del riconoscimento della priorità in terza fascia per l’attribuzione delle supplenze, i docenti che hanno dichiarato il titolo di abilitazione presentando il modello A3 possono presentare l’istanza “Graduatorie di Istituto Personale Docente – Dichiarazione Conseguimento Abilitazione per Priorità in III fascia” per lo stesso insegnamento in attesa del completamento della procedura per l’inserimento in seconda fascia aggiuntiva.

Il direttore generale
Maria Maddalena Novelli

 

Supplenze dalle graduatorie di istituto del personale docente ed educativo a.s. 2015-16

Nota MIUR n° 1949 del 10 settembre 2015

Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali

e, p.c. Ai Dirigenti degli Ambiti territoriali Provinciali

Terminate le operazioni di competenza relative all’avvio dell’anno scolastico 2015-16, le SSLL comunicheranno, alle istituzioni scolastiche dei rispettivi territori, di procedere prontamente alla stipula dei contratti a tempo determinato sui posti ancora disponibili, ivi comprese le supplenze conferibili sui posti appartenenti alla disponibilità provinciale.I posti rimasti disponibili a causa del differimento, previsto dalla L.107/2015, dell’assegnazione della sede al personale nominato in ruolo nella Fase B del piano delle assunzioni (cfr. nota DGPER prot. 28853 del 7 settembre 2015) dovranno essere coperti con contratto a tempo determinato fino al 30 giugno, eventualmente prorogabile fino al 31 agosto, qualora successivamente ne dovessero ricorrere le condizioni di legge.

In considerazione, poi, della riprogrammazione delle tempistiche inerenti le procedure di cui al DDG 6 luglio 2015 n° 680, attuativo del DM 3 giugno 2015 n° 326, pubblicate con nota prot. 2945 DGCASIS del 27 agosto 2015, le nomine da attribuire sui posti comuni in relazione alle graduatorie di istituto di prima e seconda fascia, valide per il triennio 2014-17, devono essere assegnate fino al 30 giugno, con l’esclusione di quelle residuali che si riferiscono a istituzioni scolastiche oggetto di dimensionamento.

Queste ultime e quelle da attribuire utilizzando i futuri elenchi aggiuntivi alle II fasce e le graduatorie di III fascia di posti comuni e di sostegno dovranno essere conferite fino all’avente diritto in attesa della ripubblicazione delle graduatorie secondo la tempistica della nota sopra citata.

Per quanto riguarda, in particolare, i posti di sostegno, si invitano le SSLL a richiamare l’attenzione dei dirigenti scolastici sulla opportuna priorità dell’assegnazione tempestiva dei posti stessi a docenti che abbiano conseguito e dichiarato il titolo di specializzazione.

Il capo dipartimento
Rosa De Pasquale

 

Graduatorie di istituto di II fascia del personale docente: integrazione (DM 3 giugno 2015 n° 326)

Dal MIUR
Direzione generale
per il personale scolastico

Prot. AOODGPER 16479
del 4 giugno 2015

Ai direttori generali
degli Uffici Scolastici Regionali

Agli Ambiti Territoriali Provinciali

Oggetto: DM 3 giugno 2015 n° 326 – Integrazione Graduatorie di Istituto di II fascia del personale docente

Si trasmette, con preghiera di pubblicazione sui siti istituzionali di codesti Uffici Scolastici Regionali e Provinciali, il DM n° 326 del 3 giugno 2015, concernente l’integrazione delle graduatorie di II fascia del personale docente.

Il citato Decreto, sottoposta ad ulteriore scrutinio la delega di cui al DM 22 maggio 2014 n° 353 e ritenuto opportuno valorizzare pienamente il conseguimento dei titoli di abilitazione, sostituisce il DM 4 maggio 2015 n° 248 ed estende anche ai docenti della scuola secondaria di I e II grado non presenti nelle corrispondenti graduatorie di III fascia la possibilità di iscriversi in un elenco aggiuntivo, relativo alla rispettiva finestra di inserimento, alla II fascia delle graduatorie di istituto.

Inoltre, rispetto ai docenti di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 1 dell’allegato decreto ministeriale sono valutabili i titoli conseguiti entro i termini disposti per la rispettiva finestra di inserimento (1° febbraio e 1° agosto di ciascun anno).

Con successivo Decreto Direttoriale verranno comunicati, di volta in volta, termini e modalità per la presentazione delle istanze in applicazione del DM 326 del 3 giugno 2015.

Il direttore generale
Maria Maddalena Novelli

Allegato

 

Selezione stampa del 3 febbraio

dai giornali del 3 febbraio

(file pdf reso accessibile, da 1,18 MB, con segnalibri:
per visualizzarli, se non immediatamente visibili, clicca col mouse sull’estrema sinistra col pulsante destro e scegli, in fondo, “Segnalibri”- il segnalibro ti porta direttamente all’articolo prescelto, a file completamente scaricato)

i giornali parlano di noi

Poche speranze di supplenza con le nuove graduatorie ATA per chi entra ora; l’alternanza scuola-lavoro avrà una durata di 200 ore e potrà svolgersi anche durante l’estate