Sottoscritta l’ipotesi di contratto
per le assegnazioni ed utilizzazioni provvisorie

Per i movimenti 2015-16

Vi comunichiamo che, nel pomeriggio del 13 maggio 2015, è stata sottoscritta al MIUR l’ipotesi di Contratto Collettivo Nazionale Integrativo concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA, per l’a.s. 2015-16.

La delegazione MIUR era costituita dal Direttore Generale dott.ssa Maddalena Novelli e dai dott. Giuseppe Minichiello, Giuseppe Bonelli, Valentina Alonzo e Giacomo Molitierno.

Pubblichiamo in area riservata il CCNI, con l’utilizzo del carattere grassetto per evidenziare le modifiche apportate rispetto all’analogo CCNI relativo all’a.s. 2014-15, sottoscritto in via definitiva in data 11 settembre 2014.

Nella riunione è stato altresì concordato il seguente scadenzario per la presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria:

Scadenza concordata per la presentazione domande:

Personale docente della scuola dell’Infanzia e Primaria 15 giugno
Personale docente scuola Secondaria di I e II grado,
docenti di religione cattolica (IRC) e personale educativo
15 luglio
Personale ATA 10 agosto

Le domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria saranno tutte prodotte online, con la sola eccezione del personale docente di religione cattolica, del personale educativo e del personale ATA, che saranno prodotte in cartaceo.

È stato, altresì, concordato che, quanto prima, il Ministero invierà un’apposita nota agli USR. A tale nota, sarà allegata l’Ipotesi di CCNI sottoscritta recentemente sottoscritta e dovrebbero essere indicate, nella stessa, le date di presentazione delle domande (non inserite nel CCNI in quanto materia di circolare e non di contrattazione), al fine di dare certezze alle categorie interessate e consentire l’operatività degli Uffici Scolastici Territoriali.

Ciò nelle more della lunga procedura di verifica interna al MIUR, dell’UCB e di MEF e Funzione Pubblica, prevista dal D.Lvo 165/2001 e dalle successive integrazioni previste dal D.Lvo n. 150/2009 Decreto Brunetta; soltanto al termine di tale procedura il testo del CCNI potrà essere sottoscritto in via definitiva.

Nel rinviarvi ad un’attenta lettura del testo, vi evidenziamo soltanto alcune delle modifiche apportate, omettendo, ovviamente, quelle relative ad aggiornamenti di date e/o anni scolastici.

Vi segnaliamo quanto segue:

  • all’art. 1 – Campo di applicazione, durata e decorrenza del contratto – è stato depennato il contenuto del comma 10, relativo alla disciplina delle operazioni di utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per la regione Abruzzo, e le province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo coinvolte negli eventi sismici, rispettivamente del 2009 e del maggio 2012, sostituito da una precisazione effettuata all’art. 3, co.4;
    al comma 12 è stata inserita una specifica norma di rinvio nella quale le parti concordano una valutazione congiunta della necessità di riaprire il confronto, anche su richiesta di un solo soggetto firmatario, al fine di verificare le ricadute sul personale derivanti da provvedimenti emanati successivamente alla sottoscrizione del CCNI, aventi effetti sulle materie dello stesso;
  • all’art. 2 – Docenti destinatari delle utilizzazioni – comma 1 punto n), relativamente agli insegnanti tecnico-pratici e agli assistenti di cattedra, transitati dagli Enti locali allo Stato (precedentemente previsti al punto l), è stata inserita la precisazione relativa alla possibilità di utilizzo su sostegno, anche al termine dei corsi di riconversione per il personale docente in esubero, (attivati con atto aggiuntivo alla convenzione 29/10/2013, stipulato con la Conferenza Universitaria di scienze della formazione in data 7/11/2014);
  • all’art. 3 – Contrattazione decentrata regionale: criteri per la determinazione delle disponibilità – è stata prevista, al comma 1, la specificazione relativa al quadro delle disponibilità per il sostegno della scuola secondaria di II grado, definito in applicazione dell’art. 30, co.6, del CCNI sulla Mobilità 23/2/2015 e, successivamente, distinto per aree disciplinari, ai fini delle operazioni di assunzione a tempo determinato e a tempo indeterminato.
    Inoltre, al comma 4, è stata prevista la possibilità, nell’ambito della contrattazione decentrata a livello regionale, di definire ulteriori criteri aggiuntivi a quelli previsti dal successivo art. 5, in relazione a specifiche situazioni locali ed in particolare l’aggiunta al testo dell’a.s. precedente prevede: ”ivi compresi, qualora ne ricorrano ancora i presupposti, gli eventi sismici relativi alla Regione Abruzzo e alle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo con l’obiettivo…” quale clausola relativa ai territori terremotati (come vi abbiamo su anticipato relativamente all’art. 1);
  • all’art. 5 – Criteri di articolazione delle utilizzazioni – è stato aggiunto un comma 11, relativo alle utilizzazioni sulla dotazione organica provinciale di sostegno della scuola secondaria di II grado (DOS), precisando che le utilizzazioni sui posti DOS vanno effettuate senza distinzione di area disciplinare; inoltre, è stato precisato che i posti residui al termine delle utilizzazioni, vanno suddivisi tra le quattro aree disciplinari, in proporzione alle disponibilità iniziali di ciascuna area, in applicazione dell’art. 3, co.1, del CCNI relativo alle utilizzazioni (per le operazioni di assunzione a tempo determinato e a tempo indeterminato);
  • art. 6bis – Utilizzazioni del personale nei licei musicali e coreutici – sono state inserite alcune integrazioni e precisazioni.

La posizione SNALS-Confsal

La delegazione SNALS-Confsal, già nel precedente incontro del 7/5 u.s., di apertura del confronto finalizzato alla sottoscrizione della Ipotesi di CCNI sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’a.s. 2015-16, ha precisato che il Sindacato sosteneva la sostanziale conferma dei contenuti del CCNI relativo all’a.s. 2014-15, frutto di notevoli rielaborazioni rispetto al testo dell’anno scolastico precedente, ritenendolo rispondente alle esigenze del personale, e si era riservata di proporre a tale testo solo alcune modifiche o integrazioni, anche su suggerimento delle strutture territoriali del Sindacato.

Inoltre, tra l’altro, ha:

  • perseguito l’obiettivo di una trattativa rapida, per sottoscrivere l’Ipotesi di contratto quanto prima, anche per venire incontro alle legittime aspettative del personale a tempo indeterminato, derivanti dai ritardi nell’avvio della trattativa;
  • concordato con l’Amministrazione sulla necessità di definire, nell’incontro odierno i termini finali di presentazione delle domande, da inviare quanto prima, con apposita nota agli USR, congiuntamente, alla Ipotesi di contratto, sia per dare certezze agli interessati, che per consentire una migliore operatività agli USR, (che potranno così avviare il confronto a livello regionale con le OO.SS.), sia agli ambiti territoriali.

 

Accordo sulle Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie 2014-15

ACCORDO SULLE UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE
DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO E ATA
DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI DELLA LOMBARDIA a.s. 2014-15

I – CRITERI PER LA DEFINIZIONE DEI QUADRI PROVINCIALI DELLE DISPONIBILITÀ

  1. Anche a seguito delle assegnazioni dei posti relativi all’adeguamento dell’organico di diritto alla situazione di fatto, gli UU.SS.TT. determineranno il quadro complessivo delle disponibilità finalizzate alle operazioni di utilizzazione e di assegnazione provvisoria, comprendenti
    1. tutti i posti e le cattedre vacanti e disponibili per l’a.s. 14/15;
    2. tutti i posti e le cattedre a qualsiasi titolo disponibili fino al 31 agosto 2015, ma non vacanti (ivi comprese le cattedre orario esterne determinate dall’abbinamento degli spezzoni orari comunque residuati);
    3. tutti gli spezzoni, di qualsiasi provenienza, disponibili fino al 31 agosto 2015, ivi compresi quelli inferiori a 7 ore.

    Il quadro delle disponibilità sarà fatto oggetto di apposita informativa alle OO.SS. territoriali. Si precisa che nelle disponibilità andranno conteggiati anche tutti i posti, le cattedre o gli spezzoni che derivino da provvedimenti di competenza dei dirigenti scolastici, purché presumibilmente disponibili fino al termine dell’anno scolastico 2014-15.

  2. Le disponibilità così determinate, integrate da tutte le ulteriori disponibilità che sopraggiungano prima dell’inizio delle operazioni, sono utili ai fini di tutte le operazioni previste dal CCNI 22 luglio 2014 e dal presente accordo. Le eventuali disponibilità a qualsiasi titolo sopraggiunte – purché prima dell’inizio delle operazioni di conferimento degli incarichi a tempo determinato – dopo l’inizio delle operazioni della specifica fase prevista dall’allegato 3 al CCNI potranno essere utilizzate esclusivamente per consentire il rientro nella scuola di precedente titolarità a coloro che abbiano presentato domanda di utilizzazione in detta sede, anche rispetto al personale nei confronti del quale sia già stato disposto un provvedimento di utilizzazione o di assegnazione provvisoria su altra sede all’interno della provincia con decorrenza 1° settembre 2014. Tale operazione non comporta l’eventuale rifacimento di altre operazioni già effettuate, viene disposta d’ufficio e prevale su qualsiasi altra richiesta effettuata dall’interessato all’interno della medesima provincia.

II – MODALITÀ DI EFFETTUAZIONE DELLE OPERAZIONI

  1. Gli UU.SS.TT., informate le OO.SS. di cui all’art. 5, c. 1, CCNL 29 novembre 2007, acquisiranno le disponibilità con le strumentazioni e le modalità messe a disposizione dal sistema informativo del MIUR. I calendari delle operazioni e le relative graduatorie saranno pubblicate sui siti istituzionali dell’USR e degli UU.SS.TT., conformemente a quanto previsto dalla nota 22 luglio 2014, prot. DRLO 13247.
  2. In merito alla tempistica e alle modalità di presentazione delle istanze, si richiamano i contenuti della nota ministeriale 7 luglio 2014, prot. DGPER 6870. Gli uffici prenderanno comunque in esame le istanze prodotte dagli interessati – a prescindere dalla modulistica utilizzata – purché le dichiarazioni e la documentazione corrispondano puntualmente a quanto previsto dal CCNI 22 luglio 2014. Per tutti gli ordini e gradi di scuola, la scadenza per le presentazioni delle istanze è fissata al 30 luglio 2014.

III – DESTINATARI DEGLI UTILIZZI

  1. In aggiunta al personale destinatario dei provvedimenti di utilizzo previsto dal CCNI 22 luglio 2014, sono destinatari degli utilizzi:

    • il personale titolare nella medesima o in altra sede che chiede l’utilizzo su posti di ex CTP o scuole carcerarie – ora ricondotti nella struttura ordinamentale dei CPIA – su posti di scuola ospedaliera ovvero su ogni altra disponibilità di durata annuale, risultante da attività progettuali o sperimentali autorizzate dall’Amministrazione Centrale e regionale o previste dai relativi ordinamenti, nonché i docenti appartenenti a classi di concorso in esubero, per le quali le disponibilità provinciali non siano sufficienti a garantire il riassorbimento dell’esubero stesso, e per questo motivo utilizzati su progetto;
    • il personale docente titolare su posto di sostegno, speciale, metodo Montessori o Pizzigoni, compresi i neo-assunti, che chiede di essere utilizzato, per continuità didattica, nella sede di servizio a qualunque titolo occupata nell’anno precedente;
    • il personale docente proveniente dal ruolo speciale, soprannumerario sull’organico di diritto per soppressione del posto speciale, che chiede di essere utilizzato sui posti comuni nella stessa scuola;
    • il personale docente di ruolo non specializzato, in servizio nel corrente anno scolastico su posto di sostegno, che per continuità chiede di essere confermato su posto di sostegno nella medesima scuola o, esclusivamente in caso di assenza di disponibilità, in altra scuola della medesima provincia; detta operazione, in quanto residuale rispetto alle altre operazioni di utilizzazione sul sostegno, può essere effettuata esclusivamente dopo aver proceduto agli accantonamenti numerici previsti per nomine a tempo indeterminato e determinato dei docenti specializzati.

    Le suddette operazioni vengono effettuate successivamente rispetto all’effettuazione dei movimenti previsti dal CCNI 22 luglio 2014; il soddisfacimento della richiesta di mobilità secondo il presente accordo annulla l’eventuale movimento già ottenuto sulla base del succitato CCNI.

  2. I docenti della scuola Primaria, già titolari dell’insegnamento di lingua inglese, divenuti titolari su posto comune nella medesima istituzione scolastica, possono inoltrare domanda di utilizzo per posto di lingua straniera direttamente al dirigente scolastico che, avendo provveduto in merito, segnalerà all’Ufficio territoriale la disponibilità sopraggiunta di posto comune.
  3. A conclusione delle operazioni previste dal CCNI 22 luglio 2014, e comunque entro l’avvio delle procedure per l’individuazione degli aventi titolo alla stipula dei contratti a tempo determinato, saranno disposti a cura degli Uffici territoriali ai quali sono state inoltrate le richieste, scambi di posti tra coniugi o conviventi a condizione che entrambi appartengano allo stesso ruolo e profilo, alla stessa tipologia di posto o cattedra e/o ambito disciplinare. Nei casi in cui si chieda lo scambio tra province diverse (comunque interne alla regione Lombardia), le richieste dovranno essere presentate agli Uffici territoriali delle rispettive province, che le esamineranno di concerto.
  4. È assicurata la precedenza nell’utilizzo presso gli ex CTP – ricondotti nella struttura ordinamentale dei CPIA – a prescindere dal punteggio, al personale docente in servizio presso i CTP nel corrente anno scolastico e, in subordine, al personale che ha già prestato servizio per almeno un anno nell’ultimo triennio presso i CTP.
  5. Per quanto attiene le utilizzazioni sulle discipline musicali previste dai piani di studio dei Licei musicali di cui all’art. 7 del DPR 15 marzo 2010, n° 89, si rimanda a un’apposita Intesa che sarà sottoscritta entro 5 giorni dalla sottoscrizione del presente accordo da parte di questa Direzione Generale e dalle Organizzazioni Sindacali regionali di cui all’art. 5, c. 1, CCNL 29 novembre 2007.

IV – CRITERI DI EFETTUAZIONE DELLE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE PERSONALE DOCENTE

  1. Conformemente a quanto previsto dall’art. 7, c. 1, CCNI 22 luglio 2014, l’assegnazione provvisoria può essere richiesta, oltre che per il posto o classe di concorso di titolarità, anche per altre classi di concorso o posti di grado diverso di istruzione per i quali si riscontri il possesso del titolo valido per la mobilità professionale.

    Limitatamente alle operazioni gestite manualmente, le istanze saranno trattate secondo il seguente ordine di priorità:

  2. I fase: personale titolare sulla classe di concorso e sul posto richiesto;

    II fase: personale titolare su altra classe di concorso del medesimo grado di istruzione (solo per la scuola Secondaria);

    III fase:

    1. personale titolare nella scuola dell’Infanzia che chieda l’assegnazione provvisoria su posti di scuola Primaria o viceversa;
    2. personale titolare sulla scuola Secondaria di I grado che chieda l’assegnazione provvisoria su classe o classi di concorso della scuola Secondaria di II grado e viceversa;

    IV fase:

    1. personale titolare sulla scuola Primaria o dell’Infanzia che chieda l’assegnazione provvisoria su posti di scuola Secondaria di I o di II grado;
    2. personale titolare sulla scuola Secondaria di I o di II grado che chieda l’Assegnazione provvisoria su posti di scuola Primaria o dell’Infanzia.

    All’interno di ciascuna fase la priorità è data dalla tipologia di precedenza (art. 8, CCNI 22 luglio 2014) cui l’aspirante ha diritto; all’interno di ciascuna precedenza (o in assenza di precedenza) vale il maggior punteggio; in caso di parità di punteggio prevale la maggiore età anagrafica.

  3. Le domande degli aspiranti cesseranno di essere prese in considerazione non appena una richiesta, nell’ordine di priorità sopra indicato, potrà essere accolta. L’eventuale disponibilità dell’aspirante ad essere assegnato su cattedra orario esterna nella scuola Secondaria sarà presa in esame, dopo la verifica della disponibilità di posto intero, per ogni preferenza espressa, prima di procedere all’analisi delle preferenze successive.

Precisazioni sulla presentazione delle domande di Utilizzazione e Assegnazione provvisoria

Chiariti alcuni aspetti

Il 17 luglio 2014 il MIUR ha emanato la nota prot. 7210, avente per oggetto: “Ipotesi di CCNI sottoscritta il 26 marzo 2014 concernente le Utilizzazioni e le Assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per l’a.s. 2014-15. Precisazioni sulla presentazione delle domande”. La stessa fa seguito alla richiesta formulata dalla delegazione SNALS-Confsal e da quella delle altre organizzazioni sindacali nell’incontro del 15 luglio.

Rinviandovi ad un’attenta lettura della stessa, vi sottolineiamo, in particolare, alcuni degli aspetti:

  • non è necessario allegare alcuna documentazione alle domande di utilizzazione (a sostegno del punteggio dichiarato), in quanto la valutazione dei titoli è formulata da ciascuna istituzione scolastica di servizio, ai sensi dell’art. 1, co. 6 del CCNI; per quanto attiene le precedenze nelle operazioni e per i requisiti previsti per le Assegnazioni provvisorie vanno prodotte dichiarazioni sostitutive previste dal CCNI per la mobilità e dalla relativa OM, tranne i casi in cui è strettamente previsto l’obbligo di allegare la certificazione;
  • le domande relative a docenti di religione cattolica, personale titolare DOS e personale docente che chiede l’utilizzo presso i licei musicali e coreutici, vanno prodotte in cartaceo;
  • il personale che produce domande anche per diverso ordine di scuola deve rispettare la data di scadenza del proprio ordine di appartenenza; potrà produrre la domanda in forma cartacea se le funzioni per la presentazione on line non fossero disponibili;
  • le domande di Utilizzazione e Assegnazione provvisoria online vanno inviate soltanto all’ATP della provincia di destinazione;
  • le Utilizzazioni su posti DOS sono effettuate senza distinzioni di area disciplinare.

Sequenza contrattuale CCNI Utilizzazioni ed Assegnazioni provvisorie – incontro al MIUR

Importanti indicazioni per chi
utilizza le Istanze On Line

15 luglio 2014 si è tenuto al MIUR un incontro con il seguente o.d.g.: “Sequenza contrattuale CCNI utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie sostegno scuola Secondaria di II grado – Unificazione aree disciplinari e utilizzazioni personale docente ed ATA presso i CPIA”.

Prima di affrontare l’argomento posto all’o.d.g., la delegazione SNALS-CONFSAL e quelle delle altre OO.SS. hanno riferito all’Amministrazione le difficoltà incontrate nella compilazione delle Istanze online, a causa, soprattutto, della mancata disponibilità dell’archivio relativo alla mobilità e alla possibilità di utilizzo delle dichiarazioni allegate alla domanda di trasferimento per l’a.s. 2014-15 e/o precedenti.

Il MIUR ha comunicato che, a tali modelli, si può accedere con il sistema online, alla voce “altri servizi” nella parte relativa alla mobilità sull’Organico di Diritto, che contiene tali allegati.

Data, comunque, la ristrettezza dei tempi a disposizione per la presentazione delle domande online, si è convenuto che, in tempi brevissimi, l’Amministrazione emanerà, in materia, una specifica nota in cui si chiarirà che:

  • non è necessario presentare documentazione già esistente agli atti delle scuole;
  • gli interessati dovranno dichiarare il punteggio spettante per le utilizzazioni, tenuto conto della graduatoria di istituto;
  • si ribadirà che tutta la documentazione medica può essere scannerizzata;
  • le domande di utilizzo dei docenti di sostegno della Secondaria di II grado (DOS) e le domande di utilizzo presso i Licei musicali saranno presentate in cartaceo; inoltre, si chiarirà che le domande di Utilizzazione e Assegnazione provvisoria per altri ordini di scuola, qualora non presentabili online, per la non fruibilità della funzione online, potranno essere presentate in cartaceo.

Anticipazioni sulle Utilizzazioni ed Assegnazioni provvisorie

Quando compilare le istanze online
per questo tipo di mobilità

Nella mattinata del 2 luglio, si è tenuta al MIUR una riunione con il seguente o.d.g.: “determinazione date di presentazione delle domande per le Utilizzazioni e le Assegnazioni provvisorie; CPIA chiarimenti sul CCNI Mobilità”.

In attesa che Funzione Pubblica e MEF esprimano parere favorevole all’ulteriore corso dell’Ipotesi di CCNI, l’Amministrazione ha proposto alle OO.SS. di concordare i contenuti di una possibile nota da inviare nei prossimi giorni, per avviare, senza ulteriori indugi, la presentazione delle domande di Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie. L’Amministrazione ha, inoltre, comunicato che tutte le domande di Utilizzazione ed Assegnazioni provvisorie relative al personale docente, saranno presentate esclusivamente con modalità online, modalità sperimentata per l’anno 2013-14 per il personale docente della scuola dell’Infanzia e Primaria ed estesa al personale docente della scuola Secondaria di I e II grado, già per le domande relative al prossimo anno scolastico.

Rimarranno, invece, in modalità cartacea, le domande relative al personale educativo e ai docenti di religione cattolica, nonché quelle del personale ATA.

Vi comunichiamo le date ipotizzate, precisandovi, però, che le stesse saranno sicure soltanto dopo adeguate modifiche tecniche all’interno del MIUR, a seguito delle quali verrà emanata la nota ministeriale.

Le date ipotizzate, salvo conferme, sono le seguenti:

  • dall’11 al 21 luglio personale docente della scuola dell’Infanzia e Primaria (con la modalità istanze online);
  • dal 24 al 31 luglio, personale docente della scuola Secondaria di I e II grado (con la modalità istanze online);
  • entro il 25 luglio personale educativo e docenti di religione cattolica;
  • entro il 12 agosto personale ATA.

L’emanazione della nota potrebbe già avvenire nei prossimi giorni. Successivamente saranno inviati i moduli di domanda e l’Ipotesi di CCNI 26/3/2014, relativa a utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’a.s. 2014-15, in attesa del visto di MEF e Funzione Pubblica.

Il MIUR ha precisato che, oltre ai moduli di domanda, saranno disponibili online (per il personale docente delle scuole di ogni ordine e grado, con la sola eccezione dei docenti di religione cattolica) anche i moduli relativi alle autocertificazioni.