Immissioni in ruolo:
gli adempimenti in breve

IMMISSIONI IN RUOLO

 

ANNO di FORMAZIONE e di PROVA

 

Per il personale DOCENTE

  • Il periodo di prova dura un anno scolastico.

  • Nello stesso anno c’è l’obbligo della partecipazione alla formazione.

  • Viene richiesto lo svolgimento di almeno 180 giorni di servizio nel corso dell’anno scolastico di cui almeno 120 per attività didattiche.

  • Sono computati nei 180 giorni di servizio:

  • tutto il servizio svolto dall’inizio dell’anno scolastico al termine delle lezioni;

  • comprese le domeniche, le festività, il giorno libero e le sospensioni delle attività didattiche;

  • i primi 30 giorni del congedo obbligatorio per maternità;

  • i periodi di interruzione delle lezioni per ragioni di pubblico interesse (locali per seggi elettorali, profilassi…).

  • Non sono utili:

  • i giorni di congedo ordinario e straordinario, di permesso e di aspettativa a qualunque titolo fruiti.

  • Sono compresi nei 120 giorni di attività didattiche:

  • i giorni effettivi di insegnamento;

  • i giorni impiegati per ogni altra attività preordinata al migliore svolgimento dell’azione didattica (attività valutative, progettuali, formative, collegiali)

  • Fermo restando l’obbligo formativo di 50 ore di formazione per tutti, i 180 giorni di servizio e i 120 giorni di attività didattica sono ridotti proporzionalmente per i docenti in servizio su part-time e spezzoni orario.

  • Le attività formative per il periodo di prova hanno una durata complessiva di 50 ore.

  • Al docente neo immesso in ruolo viene affiancato un tutor designato dal dirigente scolastico, sentito il parere del collegio dei docenti.

  • Al termine dell’anno di formazione e prova il docente sostiene un colloquio innanzi al comitato di valutazione, composto dal D.S., dal tutor e da tre docenti dell’Istituto.

  • Il dirigente scolastico procede infine alla valutazione sulla base dell’istruttoria compiuta.

Per il personale ATA

  • Il periodo di prova decorre dalla data di assunzione in servizio e dura:

  • 2 mesi per l’area A (collaboratore scolastico)

  • 4 mesi per le altre aree

  • I mesi devono essere di “servizio effettivamente prestato” (vedi sopra personale docente).

  • La malattia ed altre assenze interrompono il computo del periodo.

  • In caso di assenza per motivi di salute, si ha diritto alla conservazione del posto per un periodo massimo di 6 mesi, trascorsi i quali l’Amministrazione può recedere dal contratto.

  • Il periodo di prova si intende superato se trascorsi i 2 o 4 mesi non si ricevono comunicazioni contrarie dal Dirigente scolastico, salvo il diritto alla proroga.

 

IMMISSIONI IN RUOLO PERSONALE DOCENTE E ATA

 

DOCUMENTI DI RITO

Il neoassunto deve fornire “in tempi brevi” (CM 29.7.2003, n° 65) la documentazione di rito per l’accesso ai pubblici impieghi e per l’accesso alla cattedra o al posto, pena l’annullamento della stipulazione del contratto o la risoluzione del rapporto di lavoro eventualmente già instaurato.

 

I requisiti per l’accesso all’impiego sono documentati con la presentazione dei seguenti certificati:

  • Autocertificazione, ai sensi dell’art. 46 e seguenti DPR 445/00, di:

  • nascita;

  • cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea;

  • assenza di condanne penali;

  • godimento dei diritti politici;

  • posizione nei confronti degli obblighi di leva;

  • possesso del titolo di studio;

  • possesso dell’abilitazione;

  • possesso di eventuale specializzazione per il sostegno;

  • non avere rapporti di impiego pubblico o privato;

  • non trovarsi in alcuna delle incompatibilità previste dall’art. 508 del D. Lgs. 297/94 (per il personale docente) oppure dall’art. 58 del D. Lgs. 29/93 (per il personale ATA).

 

ASSENZE DEL PERSONALE A T. I.

Tipologia

Durata Massima

Trattamento

Economico

Note

Malattia Infermità

18 mesi in 3 anni

9 mesi al 100%

3 mesi al 90%

6 mesi al 50%

È possibile una proroga di altri 18 mesi senza retribuzione.

Gravi Patologie con terapie invalidanti *

Per tutto il periodo di ricovero e/o terapia

Intero

La certificazione deve essere rilasciata dal medico dell’ASL.

Permessi orari per esigenze personali
*

Fino a metà dell’orario giornaliero (ore intere) e max 2 ore per i docenti.

Fino ad un massimo annuale delle ore di servizio settimanale:

– 36 x ATA

– 25x doc. scuola Infanzia

– 24 x doc. scuola Primaria

– 18 x doc. scuola Secondaria

Intero

Vanno recuperati entro 2 mesi con priorità alla

sostituzione di colleghi

assenti o allo svolgimento di interventi didattici integrativi.

Esami e Concorsi

8 giorni

Intero

Sono compresi i giorni di viaggio.

Lutto
*

3 giorni per evento (anche non consecutivi)

Intero

Coniuge; parenti fino al 2°; affini 1°g.; componenti famiglia anagrafica; convivente stabile.

Motivi personali o familiari

Max 3 giorni

Intero

In aggiunta sono fruibili per gli stessi motivi i 6 gg. di ferie durante le attività didattiche, anche con oneri per la Scuola.

Santo Patrono
*

1 giorno

Intero

Solo se ricade durante un giorno di lezione.

Matrimonio
*

15 giorni per evento

Intero

Da una settimana prima a 2 mesi dopo il matrimonio.

Aspettativa per

motivi di famiglia o personali o di studio

*

12 mesi continuativi o frazionati.

Non può superare 2 anni e ½ in un quinquennio.

Nessuno

Non si cumulano i periodi di interruzione con servizio attivo superiore a 6 mesi.

Aspettativa per svolgere altra attività lavorativa

1 anno scolastico

Nessuno

Per realizzare una esperienza lavorativa anche nel settore privato.

Anno sabbatico

12 mesi non frazionabili ogni 10 anni

Nessuno

Non cumulabile con l’aspettativa.

Assistenza a

familiari portatori H *

3 giorni al mese

Intero

 

 

* Spettano anche al personale a tempo determinato.

ASSENZE PER MATERNITÀ *

Tipologia

Durata Massima

Trattamento

Economico

Note

Astensione per

gravi complicanze nella gravidanza

Dall’insorgere dello stato di gravidanza e fino all’astensione obbligatoria

Intero

È concessa dell’ASL di competenza su presentazione della certificazione ginecologica attestante lo stato di rischio.

Congedo di maternità (Astensione

obbligatoria)

5 mesi e 1 giorno complessivamente: 2 mesi prima, il giorno del parto e 3 mesi dopo il parto.

Previo parere del ginecologo e verifica della tipologia di lavoro è possibile 1 mese prima e 4 dopo il parto.

In caso di parto prematuro i gg. non fruiti prima del parto sono aggiunti al periodo successivo.

Intero

In caso di adozione il periodo è fruibile dal giorno dell’ingresso in famiglia (adozioni nazionali) o in Italia (adozioni internazionali) e per i 5 mesi successivi, ridotti a 3 mesi in caso di affidamento.

Congedo parentale (Astensione

facoltativa)

Usufruibile anche in modo frazionato nei primi 8 anni di vita del bambino con una durata complessiva di 11 mesi di cui 6 max. per la madre e 7 per il padre (10 mesi nel caso di un solo genitore).

Nei primi 3 anni:

– Intero il 1° mese

– 30% i restanti 5 mesi

Dal 3° all’8° anno:

30 % solo in base al reddito familiare, altrimenti nessuno

Può essere usufruito entro i primi 8 anni dall’ingresso del minore in famiglia, indipendentemente dall’età del bambino all’atto dell’adozione o dell’affidamento e comunque entro il compimento della maggiore età dello stesso.

Malattia del figlio

Fino al terzo anno di vita senza limite di durata e in aggiunta all’astensione facoltativa.

Dai tre agli otto anni, 5 giorni all’anno per ciascun genitore.

Entro i primi 3 anni di vita: 30 gg. intero. I successivi giorni senza retribuzione.

Dopo il 3° e fino all’8° anno nessuna retribuzione

Anche per genitori adottivi o affidatari anni fino al 6° anno di età (anziché fino a 3 anni). Tra i 6 e gli 8 anni, 5 giorni non retribuiti per anno di età e per ciascun genitore.

Riposi giornalieri

(Allattamento)

2 h. al giorno se l’orario di lavoro di quel giorno è pari o superiore alle 6 h., 1 h. al giorno se l’orario di lavoro di quel giorno è inferiore alle 6 h.. In caso di parto plurimo le ore sono raddoppiate.

Intero

Entro il 1 ° anno di vita del bambino e, per le adozioni, entro il 1° anno di ingresso del minore in famiglia.

 

Fase B del piano straordinario di assunzioni del personale docente

Dal MIUR
Direzione generale
per il personale scolastico

Prot. AOODGPER 26702
del 21 agosto 2015

Ai direttori generali
degli Uffici Scolastici Regionali
LORO SEDI

Oggetto: “La Buona Scuola” -piano assunzionale straordinario personale docente- Fase B

Si comunica che sul sito istituzionale del MIUR, all’indirizzo www.istruzione.it – In evidenza è stata pubblicata la comunicazione che si ritrova a pie’ di pagina.

In particolare, nella stessa viene segnalato che nei primi giorni del prossimo mese di settembre sarà data notizia -con apposito avviso- della disponibilità, nel sistema informativo (Portale Istanze Online_archivio personale), delle informazioni relative all’esito della Fase B del piano indicato in oggetto.

Per quanto sopra, si invitano le SS.LL. a voler dare la massima diffusione della comunicazione allegata, mediante la pubblicazione nei siti web degli Uffici Regionali e in quelli degli Ambiti Territoriali.

Il dirigente
Giuseppe Minichiello

Comunicazione

“Buona Scuola: Nei primi giorni del mese di settembre prossimo venturo, sul sito istituzionale del Ministero www.istruzione.it, verrà pubblicato l’Avviso della disponibilità sul sistema informativo (Portale Istanze Online_archivio personale) delle proposte di nomina in ruolo in esito alla “Fase B” del piano assunzionale straordinario.<(p>

Sul medesimo sito istituzionale sarà operativa una funzione di interrogazione per la relativa consultazione.

Gli interessati, entro il termine perentorio di 10 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso, dovranno provvedere tramite il Portale Istanze Online all’accettazione o rinuncia della proposta. (Si ricorda che la mancata accettazione entro il predetto termine perentorio produce gli stessi effetti della rinuncia).

Dell’esito della partecipazione alla “Fase B” del piano assunzionale verrà data notizia per posta elettronica alla casella Email indicata nella domanda, fermo restando che, ad ogni effetto, le comunicazioni con i soggetti destinatari del piano assunzionale avvengono esclusivamente attraverso l’uso del sistema informativo.

 

Presentazione della domanda di partecipazione alle fasi B e C del piano straordinario di assunzioni in ruolo dei docenti a.s. 2015-16 (Legge 107/2015): aperta l’applicazione su Istanze online

Dall’Ambito Territoriale di Mantova

Ai dirigenti degli Istituti Comprensivi
e degli Istituti di II grado della provincia di Mantova

A tutti i docenti interessati

e, p.c.,
ai Sindacati territoriali della scuola

Oggetto: Apertura dell’applicazione su Istanze online per la presentazione della domanda di partecipazione alle fasi B e C delle assunzioni per l’a.s. 2015-16

Il MIUR con il Decreto del Direttore generale 767 del 17 luglio 2015 ha fornito le indicazioni per la presentazione della domanda di partecipazione alle fasi B e C del piano straordinario di assunzioni.

Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica – IV serie speciale – “Concorsi ed Esami” del 21 luglio 2015 è stato pubblicato il relativo avviso che ha valore di notifica a tutti gli effetti.

La domanda si presenta attraverso le Istanze online del Ministero dell’Istruzione dal 28 luglio fino alle ore 14.00 del 14 agosto 2015.


È attiva dal 28 luglio 2015 alle ore 14.00 del 14 agosto 2015 l’applicazione su Istanze online per la presentazione della domanda di partecipazione alle fasi B e C delle assunzioni per l’a.s. 2015-16.

Il Ministero ha predisposto una sezione dedicata alle assunzioni raggiungibile al seguente link:
Assunzioni 2015-16.

Nella sezione sono disponibili, tra l’altro, le FAQ e una guida alla compilazione della domanda che si riporta in allegato.

Il MIUR ha attivato il numero di telefono 06 58 49 41 00 di assistenza per il supporto alla presentazione delle domande.

Il servizio è operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00.

 

Allegato

 

Disposto di assegnazione
docenti di sostegno

Dalla Direzione Generale
dell’USR per la Lombardia

Disposto prot n° MIUR.AOODRLO 10215
Milano, 29 luglio 2015

A tutti gli interessati

Ai dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali
della Lombardia

Ai dirigenti delle scuole statali
di ogni ordine e grado della Lombardia

Al sito USR per la Lombardia

Oggetto: Dispone assegnazione docenti di sostegno

Il dirigente

VISTO l’art. 3bis della Legge 4 giugno 2004 n°143, che prevede l’inclusione nella graduatoria aggiuntiva di sostegno degli aspiranti all’insegnamento su posti di sostegno, in possesso del prescritto titolo di specializzazione;

VISTA la nota del 10 luglio 2015, prot. DGPER 20299, la quale detta istruzioni operative finalizzate alle assunzioni per l’a.s. 2015-16 per effetto delle cessazioni del personale docente (Turnover);

VISTO il proprio provvedimento prot. n° 10201 del 29 luglio 2015, con cui sono stati ripubblicati gli elenchi regionali, dei candidati aspiranti all’assunzione a tempo indeterminato su posti di sostegno, in possesso del titolo di specializzazione e inclusi nelle graduatorie dei concorsi per esami e titoli della scuola Secondaria di primo e secondo grado di cui ai DDG 31 marzo 1999 – 1° aprile 1999 (solo per le classi non reiterate nell’anno 2012), al DM 23 marzo 1990 (solo per le classi di concorso non reiterate nell’anno 1999 e nell’anno 2012) e al DDG 82/2012 che hanno conseguito il titolo di specializzazione per l’attività di sostegno dopo la scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione ai rispettivi concorsi;

VALUTATE le preferenze espresse dagli interessati in merito alla provincia di assegnazione;

dispone

i docenti di seguito indicati sono individuati quali destinatari di contratto a tempo indeterminato su posti di sostegno, con decorrenza dall’a.s. 2015-16, nella provincia di titolarità assegnata:

Assegnazione provincia sostegno AD00

AD00 – SCUOLA SECONDARIA I GRADO
COGNOME NOME DATA NASC. Provincia assegnata
CESANA DANIELA GINA UMBERTA 07/12/1968 MI MILANO

Assegnazione provincia sostegno AD02

AD02 -AREA UMANISTICA -LINGUISTICA -MUSICALE –
COGNOME NOME DATA NASC. Provincia assegnata
LANZAFAME ROSA 11/11/1977 MI MILANO
RIGGIO MARIAROSA 06/11/1980 ME PAVIA

Assegnazione provincia sostegno AD03

AD03 - AREA TENICA – PROFESSIONALE – ARTISTICA –
COGNOME NOME DATA NASC. Provincia assegnata
CAPELLI GABRIELLA 24/10/1970 BG BERGAMO
CHELAZZI FRANCESCA 09/02/1973 BG BERGAMO

Al fine della stipula del contratto di assunzione a tempo indeterminato, i candidati dovranno rivolgersi all’Ufficio Scolastico Territoriale della provincia di assegnazione; le operazioni di assegnazione della sede verranno gestite successivamente e dovranno concludersi entro il 31 agosto 2015.

Il dirigente
Luca Volonté

 

Domande frequenti
(FAQ ministeriali)
sul piano straordinario delle assunzioni

PIANO STRAORDINARIO DI ASSUNZIONI

Il MIUR ha emanato una prima serie di FAQ che di seguito riportiamo:

  1. Chi deve presentare la domanda on line per partecipare alle fasi B e C delpiano straordinario di assunzioni?
    I docenti iscritti a pieno titolo alla data di entrata in vigore della Legge n° 107 del 13 luglio 2015 nelle Graduatorie ad Esaurimento e nelle graduatorie del Concorso a cattedra del 2012 che intendono partecipare al piano straordinario di assunzioni.
    La presentazione delle domande –- esclusivamente attraverso il sistema Polis è possibile dalle ore 9.00 del 28 luglio 2015 alle ore 14.00 del 14 agosto 2015.
    Le domande presentate con modalità diversa non verranno prese in considerazione.
  2.  

  3. Chi è presente sia nelle graduatorie del concorso 2012 (DDG n° 82/2012) sia in quelle ad esaurimento, cosa deve fare?
    Deve scegliere se vuole partecipare per l’una o per l’altra categoria e deve farlo nel momento della compilazione della domanda online, quando gli verrà chiesto di selezionare, in modo esclusivo, per quale delle due categorie essere trattato.
  4.  

  5. Ho conseguito la specializzazione sul sostegno: posso scegliere tra posto comune e posto di sostegno?
    Sì, lo prevede la Legge n° 107 del 13 luglio 2015 all’art. 1, comma 100. Durante la compilazione della domanda online di partecipazione al piano straordinario di assunzioni, si dovrà scegliere se essere trattati, prioritariamente, per i posti di sostegno e, poi, per i posti comuni, o viceversa. La scelta effettuata opererà nell’ambito di ciascuna provincia, nell’ordine in cui le province sono espresse dall’aspirante docente.
  6.  

  7. Come avviene la scelta delle province?
    Nel corso della compilazione della domanda online, si dovranno selezionare, una per una, le province in ordine di preferenza, ordine che sarà seguito dalla procedura nell’assegnazione del primo posto disponibile da proporre al candidato per la nomina.
    L’aspirante deve indicare l’ordine di gradimento delle 100 province proposte dalla funzione disponibile. La scelta può essere effettuata in base alla regione di appartenenza o in ordine sparso. Poiché in base alle disposizioni del comma 100 della Legge 107 del 13 luglio 2015, le province devono essere tutte obbligatoriamente espresse, la domanda non potrà essere confermata ed inviata finché le province non saranno tutte espresse. L’aspirante docente può salvare la domanda ed inviarla anche in un secondo momento.
  8.  

  9. Sono iscritto a pieno titolo nelle Graduatorie ad Esaurimento delle classi di concorso X, Y e Z. Partecipo al piano straordinario di assunzioni e ricevo una proposta di nomina nella Fase B per la classe di concorso Y. Decido di accettare. Resto iscritto nelle graduatorie ad esaurimento delle classi di concorso X e Z?
    No, dopo l’accettazione della nomina si viene cancellati da tutte le altre graduatorie in cui si è iscritti.
  10.  

  11. Sono iscritto a pieno titolo nella Graduatoria ad Esaurimento delle classe di concorso X. Partecipo al piano straordinario di assunzioni e ricevo una proposta di nomina nella Fase B che decido di rifiutare. Partecipo alla Fase C?

     

    No, ai sensi dell’art. 1, comma 102 della Legge 107 del 13 luglio 2015, chi rinuncia alla proposta di assunzione formulata a partire dalla fase a) non può partecipare alle fasi successive del piano delle immissioni in ruolo.

  12.  

  13. Devo presentare due distinte domande di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni?
    No, la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario è unica e deve essere presentata dalle ore 9.00 del 28 luglio 2015 alle ore 14.00 del 14 agosto 2015.
  14.  

  15. Se non ricevo la proposta di nomina nella fase b) la mia domanda, nella fase c) come sarà trattata?
    La domanda sarà trattata scorrendo le stesse preferenze già espresse con l’unica domanda di partecipazione al piano straordinario di assunzioni.
  16.  

  17. Sono iscritto nelle graduatorie di merito del concorso 2012. Se non presento la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni cosa succede?
    Se non ricevo una proposta di assunzione nelle fasi zero e A e non presento domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano assunzionale, non potrò ricevere ulteriori proposte di assunzione negli anni scolastici successivi in quanto l’a.s. 2015-16 è l’ultimo anno di vigenza delle graduatorie del concorso 2012 e la Legge n° 107 del 13 luglio 2015 prevede l’indizione del nuovo concorso entro il 1° dicembre 2015.
  18.  

  19. Sono iscritto nelle graduatorie ad esaurimento. Se non presento la domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano straordinario di assunzioni cosa succede?
    Se non ricevo una proposta di assunzione nelle fasi zero e A e nonpresento domanda di partecipazione alle fasi b) e c) del piano assunzionale, non potrò partecipare al piano straordinario di assunzioni e rimarrò iscritto nelle graduatorie fino alla loro soppressione.
  20.  

  21. Sono iscritto sia nelle graduatorie del concorso 2012 (DDG n° 82/2012) sia in quelle ad esaurimento, e scelgo di partecipare alle fasi b) e c) del piano delle immissioni in ruolo per il concorso. Se non accetto la proposta di nomina, rimango nelle graduatorie ad esaurimento per una successiva nomina?
    No. Al momento della compilazione della domanda l’aspirante deve scegliere se vuole partecipare al piano per l’una o per l’altra categoria, in modo esclusivo. I soggetti che non accettano la proposta di assunzione eventualmente effettuata in una fase non partecipano alle fasi successive e sono, definitivamente, espunti da tutte le graduatorie.
    Dunque, se si è scelto di partecipare per il concorso, si è espunti anche dalle Graduatorie ad Esaurimento e viceversa.
  22.  

  23. Nella proposta di nomina delle fasi B e C (procedura nazionale), inviata tramite Polis, viene assegnata anche la scuola di servizio?
    No. La proposta di nomina riporta esclusivamente la provincia, l’ordine di scuola, la classe di concorso, posto comune/posti di sostegno, in cui si è stati nominati. Se la proposta verrà accettata, la scuola di servizio sarà assegnata successivamente.
  24.  

  25. Sono stato nominato nella fase Zero sulla classe di concorso X ed ho rinunciato. Posso ricevere una proposta di nomina nella fase A per la stessa classe di concorso per cui ho rinunciato?
    No, nella successiva fase A posso ricevere una proposta di nomina solamente per un grado di istruzione, classe di concorso/tipo posto diverso da quello per cui ho rinunciato.
  26.  

  27. Sono iscritto nelle graduatorie ad esaurimento in III fascia per la classe di concorso X con 100 punti ed in III fascia in quelle della classe di concorso Ycon 90 punti. Come verranno esaminate le due posizioni di graduatoria?
    Per ogni provincia indicata in ordine di preferenza l’aspirante è esaminato, prima, nella classe di concorso dove ha riportato il punteggio più alto (per esempio 100 punti) e, successivamente, nell’altra classe di concorso dove ha riportato il punteggio inferiore (per esempio 90 punti).
  28.  

  29. Ho confermato ed inviato la domanda di partecipazione al piano straordinario di assunzioni, ma solo successivamente mi sono reso conto di dover modificare l’ordine di alcune province da me indicato. Lo posso ancora fare?
    Sì. Fino alla data di scadenza della procedura (ore 14,00 del 14 agosto 2015), posso modificare i dati trasmessi anche nel caso siano stati inviati in modo definitivo, ritirando l’istanza, apportando le modifiche desiderate, confermando e inviando nuovamente la domanda.
  30.  

  31. Ho presentato l’istanza di partecipazione al piano straordinario, ma solo successivamente mi è pervenuta da parte dell’ufficio scolastico una proposta di nomina alla fase a) ed ho accettato. Cosa devo fare? Devo cancellare la domanda di partecipazione alle fasi nazionali b) e c)?
    Posso cancellarla. In ogni caso, l’Ufficio Scolastico Regionale provvederà a comunicare al sistema informativo la nomina effettuata e, conseguentemente, la domanda di partecipazione non verrà trattata.
  32.  

  33. Quali sono le province per le quali occorre esprimere le preferenze?
    Sono tutte le 100 province italiane ad eccezione di quelle di nuova istituzione che non sono esprimibili: Monza e Brianza, Barletta Andria Trani, Olbia Tempio, Ogliastra, Carbonia Iglesias, Medio Campidano, Fermo.

Numerosi quesiti pervenuti trovano già, quindi, una risposta ufficiale.
È, comunque, opportuno tener monitorato l’inserimento di eventuali nuove FAQ sul sito del MIUR, sollecitate anche per alcuni aspetti dallo SNALS-CONFSAL al fine di dare alle persone tutti gli elementi per una scelta consapevole, cliccando su “ASSUNZIONI 2015-16” e successivamente su “FAQ”
(indirizzo www.istruzione.it/assunzioni_buona_scuola/index.shtml).

 


È opportuno ricordare a tutti gli interessati che:

  • fino alla data di scadenza della procedura può essere modificata e/o ritirata la domanda già trasmessa (vedi FAQ 15). Quindi è opportuno e senza rischi per gli interessati produrre la domanda senza ridursi agli ultimi giorni anche per evitare eventuali problemi derivanti da un intasamento del sistema;
  • chi fruirà di nomina nella fase nazionale dovrà controllare, utilizzando la propria password di accesso, l’eventuale proposta di nomina tramite il sistema informativo del MIUR (per la fase nazionale non saranno prodotte nomine con comunicazione cartacea) e che dovrà produrre l’accettazione entro 10 giorni (Vedi artt. 4-comma 3 e art 6 del Decreto Direttoriale 767 del 17 luglio 2015);
  • per coloro che dovrebbero essere compresi nella fase a) può essere opportuno produrre, anche se a puro scopo prudenziale, la domanda online al MIUR. Infatti, la certezza di nomina in molti casi non può essere desunta dai dati a disposizione in quanto, ad esempio, manca spesso il dato certo relativo all’incidenza della nomina di eventuali riservisti qualora l’aliquota non fosse satura e, in alcune situazioni, gli interessati potrebbero non conoscere l’esatto numero degli idonei nel concorso 2012 in attesa di nomina. Il rischio di non produrre domanda è molto alto dato che, qualora non dovessero fruire di nomina a livello territoriale in tale fase, rischierebbero, non essendo prevista alcuna proroga della scadenza del 14 agosto, di essere considerati alla stessa stregua di chi non produce domanda per scelta personale. Va evidenziato, inoltre, che qualora fossero poi nominati in fase a), la domanda prodotta perderebbe automaticamente efficacia per le fasi successive.